Il design che si ispira all'arte dell'origami

by Ivan 30 marzo 2012 14.41

Un paio di settimane fa in tanti abbiamo cliccato con curiosità sul Google Doodle dedicato ad Akira Yoshikawa, rimanendo affascinati dalle fantastiche creazioni di questo grande maestro di origami, probabilmente il più grande che il Giappone abbia mai avuto, scomparso il 14 marzo di sette anni fa.
Confesso che non conoscevo molto né di questo artista né dell'arte dell'origami, una parola che indica l'arte di piegare la carta (in giapponese ori significa piegare e kami carta). Si tratta di un'arte molto antica, che si è evoluta nel tempo: la tecnica moderna è stata elaborata proprio da Akira Yoshikawa e si basa su pochi tipi di piegature della carta che, combinate in infiniti modi, danno vita a creazioni tridimensionali di grande bellezza.

Partendo dagli origami di questo artista ho fatto qualche ricerca in rete e ho scoperto che l'antica arte della piegatura è citata anche da molti architetti e designer contemporanei, che si sono ispirati proprio all'origami per le loro creazioni: dall'architettura alla sedia, l'estetica dell'origami è stata ripresa con effetti curiosi e in alcuni casi strabilianti!

Ecco alcuni dei design più belli e interessanti che ho incontrato:

 
queste bustine di te della designer russa Natalia Ponomareva creano l’effetto di un grazioso uccellino di origami che fluttua nel liquido.

 

  

la Klein Bottle House a Melbourne, residenza per vacanza disegnata dallo studio di architettura McBride Charles Ryan, sorge tra dune di sabbia e alberi del thé, riprende le forme geometriche e le piegature caratteristiche dell’origami.

 

 

 

I fantasiosi sandali delle designer Catherine Meuter si piegano intorno al piede con le geometrie tipiche delle creazioni giapponesi. Si tratta di design in progress, che viene piegato e assemblato direttamente da chi lo indossa!

 

  
l’eleganza di questa sedia dello studio From us with love cattura l’occhio dell’amante dell’origami, che rimane affascinato dalla riproduzione di geometrie di carta su alluminio laccato. La perfezione formale di questo oggetto è davvero deliziosa.

 

 

I gioielli della casa Origami Jewellery parlano da sé: si tratta di una coppia di amici e designer parigini che traggono ispirazione in maniera esplicità dalla creatività giapponese per disegnare orecchini, pendenti e bracciali. I gioielli vengono lavorati in Giappone da artigiani che riproducono con maestria e precisione le fragili forme delle figurine.

 

 

 Gli olandesi Studio Snow Puppe hanno realizzato queste sospensioni in cartoncino piegato, che creano in casa un’atmosfera green e giocosa

 

Infine, se qualcuno di voi come me fosse stato letteralmente catturato da quest’arte e volesse cimentarsi in una sessione sperimentale di piegatura della carta, ci sono dei simpatici libri che insegnano le tecniche basilari.

Se tra noi c’è qualche designer, può forse trarne ispirazione per una nuova interessante creazione…

 

Rimedi naturali (forse troppo) contro l'influenza

by Linda 2 marzo 2012 16.35

Sarà che anch’io non sto tanto bene, nonostante abbia lottato per non ammalarmi durante questo mese e mezzo in cui piano piano vedi cadere e soccombere sotto le coperte tutti quanti, grandi e piccoli, amici e parenti, tutti con il fazzoletto al naso, lo sciroppo per la tosse e le medicine per abbassare la febbre.
Infatti stamattina mi sono svegliata tirando su con il naso, gli occhi che lacrimano e la testa pesantissima, così mi sono messa a cercare qualche rimedio naturale per contrastare il malessere. Apriti cielo: internet è davvero il posto ideale per chi ha voglia di dare consigli senza stare a chiedersi se verrà ascoltato o meno. E così cercando in giro capita che di trovare:

- Succo di cipolla: pare sia ottimo per prevenire l’insorgenza del raffreddore, svolge un’azione antisettica a vantaggio delle vie respiratorie e un’azione diuretica e antireumatica.

- Fegato di oca selvaggia: quando cominciano a farsi sentire i primi sintomi dell’influenza uno dei rimedi più adatti contro questo tipo di malessere pare essere l’Oscillococcinum, l’estratto dal fegato dell’oca selvaggia.
Questi animali percorrono ogni anno lunghi viaggi, sono esposti a numerosi virus e di conseguenza è necessario che il loro fegato abbia un forte sistema immunitario.

- Aglio: hanno fatto un esperimento reclutando 120 soggetti sani, a cui è stato somministrato per 90 giorni un integratore a base d’estratto d’aglio. Le cellule immunitarie risultavano incrementate nelle persone a cui era stata somministrata la sostanza in esame con conseguente riduzione dell’incidenza e della durata di raffreddore e influenza. Questo interessante risultato è probabilmente legato alle varie sostanze solforate contenute nell’aglio, le quali aumenterebbero i livelli di glutatione nelle cellule; tale effetto porterebbe di conseguenza ad un miglioramento della proliferazione e dell’attivazione cellulare, che di contro risultano ridotte durante i periodi di malattia.

Bene.
Io sono per i metodi naturali, lo sapete. Ma letto questo credo andrò a prendermi un’aspirina e mi metterò a letto! (se qualcuno di voi ha provato e vuole lasciare un commento, ben venga!!)

Seguici

Archivio

Calendario

<<  luglio 2014  >>
lumamegivesado
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910

Tag cloud