Moda milanese di inizio autunno

by Claudia 10 ottobre 2011 12.18

Girando per Milano prima e dopo la sfilata (da imbucata, ricordo), mi sono goduta una giornata di sole in giro per Milano. Mi è così capitato di imbattermi nei look di inizio autunno milanese, con vari accenni alle tendenze della nuova stagione. Ecco allora un paio di appunti, giusto per gradire.

- A costo di sembrare scampati a un nubifragio o reduci da un grosso problema alle tubature in casa, è il momento di piegare il fondo dei vostri pantaloni. Sia chiaro, non di quelli a zampa di elefante, che poi rischiate di incastrarvi o di appendervi da qualche parte, ma solo di quelli skinny.
La parola d'ordine pare: voglio vederti il calzino. Quindi mi raccomando, date un occhio anche a quello prima di uscire e (un appunto per le donne), controllate anche il polpaccio. A quanto pare vedremo diversi pantaloni a lunghezza "acqua in casa", d'obbligo quindi un polpaccio snello e depilato. Non mi fate dire altro.

Io continuo a non capire perché agli uomini eliminino un paio di cm per fare il risvolto mentre per la donna invece quei due cm siano la sola cosa con cui si è coperta il sedere quest'estate, grazie agli shorts. Un mistero, eh??

- Sotto il risvolto, via alla scarpa colorata. Continua la moda del mocassino, per uomo ma anche per donna. Onestamente ho qualche difficoltà a pronunciarmi sull'argomento. Facciamo che i piedi sono vostri e potete "mocassinare" quanto vi pare. È il momento giusto.

- Uomini, compratevi una borsa, un borsellino, una valigetta, una tracolla. Insomma, qualunque cosa (al momento mi sento di escludere solo il marsupio) da infilarvi su una spalla o da tenere in mano per darvi un contegno.
Saranno contente le vostre morose/fidanzate/mogli/amanti/sorelle/mamme che da anni si slogano la spalla portando maxi bag in cui infilano ogni genere di prodotto di prima, seconda e anche terza necessità (non si sa mai) e poi finiscono a dover cercare un angolo per il vostro portafoglio o le chiavi della macchina. E tu trovale lì in mezzo.

Invece così anche gli ometti avranno un comodo contenitore per fazzoletti, ombrello, portafoglio, portachiavi, occhiali da sole. E poi dimenticheranno tutto a casa, come al solito.
E per ora è tutto, credo oggi finirò a girare per casa con il pigiama: a volte la comodità è la cosa più fashion che si possa desiderare!

Costumi da bagno fashion per le tue vacanze autunnali

by Claudia 16 settembre 2011 11.58

Questo post è dedicato alla mia migliore amica e a chi come lei (beate voi) deve ancora andare in vacanza.

Per quelle che stanno iniziando a pensare alla valigia da fare e che all'improvviso si rendono conto che è il caso di liberarsi finalmente di qualche vecchio costume da bagno per comprare qualcosa di veramente modaiolo, femminile, unico, e in linea con le tendenze mare 2011. Per chi come lei durante l'estate ha lavorato o studiato e solo ora si trova a fare i conti con la moda estate 2011, ecco un breve ripasso delle caratteristiche dei costumi da bagno più fashion, per godervi le vostre meritate vacanze mantendendo lo stile.

Forme. Potete sbizzarrirvi. Dominano i bikini a triangolo e a fascia coordinati con slip mini e laccetti sui fianchi, ma anche perizoma e culotte. Come abbiamo gia visto per il 2010, guadagna perà rapidamente terreno il costume intero, rivisitato con forme più audaci e tagli particolari. Novità di quest’anno è infatti il trikini, più giovane, sensuale e femminile, che con oblò e fasce, copre alcune parti del corpo e ne scopre altre.

Colori e materiali. Se per le forme non c’è una vera e propria regola da seguire, maggiore incisività la vediamo nel colore: color block e colori sgargianti a tinte decise (blu, giallo, verde, rosso, rosa, fucsia), stampe animalier e floreali, fantasie a righe, geometriche, ma anche pailettes, strass e fibbie gioiello.

- Accompagnate il costume da bagno con un pareo e soprattutto con il caftano, il mast have di stagione. Mai come quest’anno sono accessori indispensabili alla vita da spiaggia. Perfetti anche per un aperitivo serale o una gita in barca, avrete tutto sotto mano senza necessità di cambiarvi e farete un figurone.

- Ora che siamo alla fine dell’estate, fate un salto nei negozi: potreste trovare ancora dei costumi in saldo.  In caso non siate particolarmente fortunate, ricordatevi dell’opportunità di e-commerce ed e-boutique. Le più importanti linee di intimo / lingerie e costumi di bagno stanno infatti offrendo ai loro clienti la possibilità di comprare i prodotti online. I tempi di attesa sono minimi, spesso trovate prezzi scontati e pure qualche consiglio su come portarli.

È insomma una donna particolarmente femminile quella di quest’estate 2011, dalla silhouette valorizzata e resa terribilmente cool grazie alle tantissime scelte cromatiche e alle forme che coprono i punti deboli e lasciano scoperti invece le parti del corpo su cui ognuna di noi vuole puntare: più che costumi da bagno, veri e propri capi fashion.

A questo punto non vi resta che correre in negozio o fare un giro su internet. E buone vacanze!! 

     

Sindrome da rientro? Soluzione n.1: shopping!

by Claudia 25 agosto 2011 16.38

Bentornati!

Di ritorno dal mare / montagna / lago / città d’arte o semplice relax casalingo, anche noi di Note di Stile stiamo subendo in maniera disastrosa la cosiddetta sindrome da rientro: nessuna voglia di tornare a studiare e al lavoro, nostalgia delle vacanze e tendenza alla "lagna generalizzata”.

E allora che fare?
Ognuno di noi vi suggerirà alcuni modi per contrastare questa bruttissima sensazione, ovviamente secondo il nostro Stile!

Parto io. Prima soluzione: fare SHOPPING!
Insomma, è inutile girarci tanto attorno, quale migliore occasione che questa, per cercare di valutare i lati positivi dell’autunno in giro per negozi?
Potete guardarvi in giro con calma (senza resse e con l’aria condizionata) e capire quali sono le nuove tendenze autunno-inverno 2012, valutare il vostro guardaroba e scegliere su cosa puntare.
Qualche consiglio per capire dove guardare?

  • Rimane un must la moda anni Settanta, con il ritorno dei pantaloni larghi e a vita alta, insieme alle camicie eleganti. Dopo le molte stagioni di pantaloni skinny e jeans, ormai davvero comuni nelle nostre città, era quasi inevitabile che sarebbe emersa questa nuova tendenza, fatta di pantaloni a campana e svasati, ricordo delle nostre mamme e stile "figli dei fiori".
  • Resistono dalla primavera/estate 2011 gli abiti e le maglie maxi pull che però prendono consistenza nella tela e nei colori, più densi e scuri.
  • Un occhio al guardaroba di amici, fratelli e fidanzati. Tessuti e fantasie maschili sono guardati con interesse e utilizzati come spunto per nuove idee.
  • Dall’altra parte, lurex e fili di lamè creano tocchi di luce su abiti, maglie e pantaloni con effetti metallici e bagliori raffinati.
  • Attenzione ai colori. Il nero, che dopo essersi un po’ defilato dalle collezioni delle stagioni passate, torna prepotentemente come colore immancabile. Ma continua anche l’ascesa del “nuovo nero”, il marrone, che proprio negli ultimi tempi ha interessato tanto le passerelle. Per chi ama i colori, via a quelli decisi e ben mixati: arancio vitaminico, senape,  viola, bluette e bordeaux.


Bene, ora siete pronte!
Buono shopping!!!

 

Maxi pull, Leggings bouclé (Parah - Urbanwear)

Abito collo cappuccio e Cintura (Parah - Concept)

Vanity Size: la taglia che ti fa sembrare più magra

by Claudia 29 luglio 2011 17.42

Che fossimo parte della società dell’immagine ormai è chiaro, ma che addirittura fosse in atto un complotto mondiale per farci credere di essere più magre di quanto siamo in realtà, beh questo ancora non lo sapevo.

Cosa è successo? Dagli anni ’70 ad oggi le le misure degli italiani si sono fatte sempre più generose: il girovita si allarga, i fianchi si fanno più larghi, ma per non farci pesare la cosa ecco che la moda si adegua e chiude un occhio. Così quella che fino a trent’anni fa era una 44 oggi è una 42, regalando grossi sorrisi a noi donne, mentre i signori riescono ad entrare nella molto ambita 48 senza essersela veramente guadagnata.

Si chiama vanity size perché fa leva appunto sulla nostra vanità, ci da l’illusione di essere in forma nonostante una vita sempre più sedentaria e di poter continuare a spendere soldi per vestirci, permettendo così ai negozi di non perderci in guadagni.
A quanto pare però la pacchia è finita. Dal prossimo ottobre, per cinque mesi, verranno censiti più di 40mila italiani, radiografati a puntino per arrivare a fornirci le reali misure delle silhouette “made in Italy”.
In questa occasione verranno definite anche le nuove etichette che decolleranno nel 2013, con le misure della conformazione che cercheranno di rispecchiare sempre di più le esigenze degli italiani, quelli veri.

Ma fino ad allora ogni nostro tour nei negozi  è un po’ un terno al lotto. In un negozio portiamo la 42, in un altro la 44, quando nel terzo ci fanno provare una 46 vorremmo tirare una scarpa in testa alla commessa. In realtà la situazione cambia a seconda del marchio e non possiamo fare altro che rassegnarci a provare, oppure provare ad informarci prima. Per esempio, come aiutarsi per determinare la taglia del costume da bagno? E per la taglia e coppa del reggiseno?

Saldi: consigli per l'uso

by Claudia 20 luglio 2011 12.17

Siamo finalmente nella tanto attesa stagione dei saldi.
Orde in giro per i negozi con il portafoglio in mano, pronti ad abbrancare con l’altra tutta la merce disponibile e a portarsela a casa. Perché altrimenti che saldi sono!

Niente di  più sbagliato! Questo è il modo migliore per farsi ingannare, per lasciare in negozio lo stipendio di due mesi, o peggio la paghetta dei genitori, e tornare a casa con delle belle fregature.
E allora quali sono i consigli più importanti da seguire?

  • Non fatevi prendere dalla frenesia dell’acquisto: potete fare più giri nei negozi, meglio se l’avete fatto in anticipo e se siete riuscite a confrontare i capi prima dei saldi.
  • Preferite i saldi di articoli venduti in pochissimi numeri e taglie: generalmente i più convenienti poiché il negoziante ha interesse a disfarsene. Attenzione ai fondi di magazzino!
  • Controllate cartellino ed etichetta, per accertare la composizione dei capi e capire se c’è veramente convenienza nell’acquisto. Il prezzo originale deve essere sempre esposto.
  • Scegliete se possibile i prodotti di marca nota, che nel settore dell’abbigliamento danno più affidamento, ma fate attenzione alla veridicità del marchio esposto.
  • Conservate lo scontrino, indispensabile per un cambio di merce.

E visto che siamo in argomento, quali sono i capi da non lasciarsi scappare per questi saldi Estate 2011?

  • camicia di jeans;
  • capi coloratissimi (lasciatevi tentare, poi magari scoprite che è proprio i vostro genere!);
  • un vestito corto e svolazzante alla Marilyn Monroe, oppure lungo in stile gipsie;
  • sandali dal tacco alto oppure zeppe (paglia o sughero);
  • un paio di shorts casual-chic, da portare durante il giorno, ma anche la sera;

oppure potete portarvi avanti con giacche di pelle o trench per l’autunno.

I primi capi da acquistare sono quelli del genere “costoso e utile”, qualcosa che avete già puntato da tempo e che avete accarezzato e coccolato con lo sguardo da tempo. E’ ora di portarselo a casa!

Ma poi, approfittate anche per fare un acquisto che di solito non vi potreste permettere, cercando però di non accontentarvi mai: meglio pensarci una volta in più che ritrovarvi l’armadio pieno di cianfrusaglie!!

Vietato muoversi senza caftano

by Claudia 5 luglio 2011 18.37

Ferme tutte.
Avete ALMENO un caftano nell’armadio, vero?? Come no!! Presto, correte a rimediare!

Come voi tutte fashionist sapete, ogni estate si porta con se qualche capo impossibile da lasciare nei negozi. E da un paio d’anni a questa parte (ecco perché se ancora non siete in regola c’è proprio qualcosa che non va), il must-have è lui, il caftano. [segue]...

Seguici

Archivio

Calendario

<<  ottobre 2014  >>
lumamegivesado
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789

Tag cloud